Generatori di codice in Visual Studio: modelli di funzionamento e applicazioni pratiche


 Michele Francesco Di Lella

Visual Studio consente di agganciare dei svariate tipologie di generatori di codice come "plug-in" al proprio modello di funzionamento. Questa peculiarità è stata sfruttata alcuni anni fa per progettare e implementare una realizzazione prototipale di P@.NET, ossia l'analogo per la piattaforma .NET del componente software P@J incluso in tuProlog, interprete Prolog scritto in Java, ma disponibile su più piattaforme, la cui peculiarità è il pieno supporto a diverse forme di multi-paradigm (e multi-language) programming. Scopo della tesi è attualizzare ed estendere la precedente implementazione prototipale, sviluppata all'epoca su Visual Studio 2010, e adeguarla al modello di funzionamento di Visual Studio 2013 (e future release). Particolare cura dovrà essere posta allo studio di un modello di funzionamento robusto rispetto al variare delle versioni dello strumento, incapsulando le eventuali dipendenze in uno strato software specifico.

Tags:
    

Thesis

Supervision

— supervisor
Enrico Denti
— co-supervisor
Roberta Calegari

Category

1st-Cycle Thesis

Status

completed

Language

wit.gif

Dates

— available since
01/08/2014
— activity started
03/10/2014
— degree date
11/12/2014

Files

PDF
slides

Partita IVA: 01131710376 - Copyright © 2008-2021 APICe@DISI Research Group - PRIVACY