Davide Ensini

La tesi propone l'adozione della metafora chimica per la realizzazione di sistemi di pervasive computing. In particolare viene adottato un noto sistema chimico, il brusselator, di cui si sperimenta una estensione spaziale al fine di generare pattern spaziali con una forma precisa e predeteminata.

Tags:
    

Tesi

Supervisione

— relatore
Mirko Viroli
— correlatore
Sara Montagna

Tipo

Tesi di laurea

Stato

completata

Lingua

wit.gif

Date

— disponibile da
11/10/2010
— iniziata il
01/10/2010
— data di laurea
21/12/2010

Partita IVA: 01131710376 - Copyright © 2008-2021 APICe@DISI Research Group - PRIVACY