Authors

  • Cristiano Bragagni

Goal

  • Gli obbiettivi del progetto sono quelli di gestire un processo di trasformazione di prodotti, i quali vengono assegnati a determinati agenti software i quali coordinati i processi e l’utilizzo delle risorse. Gli agenti sostanzialmente fungono da pianificatori dei prodotti, per permettere di farli trattare tra le varie fase, approvigionando i vari prodotti di cui ha bisogno e tra le risorse di cui necessita.

References

Documentation

Use Case

Il progetto nasce dall’idea di provare a rappresentare una realtà operativa, come potrebbe essere quella di una fabbrica. Tra le tante attività che si richiedono di definire all’interno di una catena di produzione, una fase molto dispendiosa dal punto di vista delle risorse umane è quella di configurare l’associazione tra prodotto e risorse interne, i quali devono interagire per eseguire trasformazioni sul prodotto stesso.
In sostanza, lo scopo del progetto è quello di permettere alle risorse di configurarsi autonomamente, associandosi tra loro in base alla loro disponibilità, scaricando l’operatore di questo gravoso compito.
In particolare, l’automatizzazione potrebbe essere rappresentata tramite i due principali capisaldi del corso, cioè sistemi distribuiti ed agenti software.

All’interno di questo progetto mi sarebbe piaciuto dare particolare risalto alla condivisione di risorse nei processi che intervengono nella creazione di un prodotto finale.

In uno schema logico che mi sono mentalmente creato, immagino che l’input del processo sia quello di creare un prodotto finale: tale prodotto necessita però di una serie di altri sotto-prodotti necessari alla creazione di quello finale.

La trasformazione di un prodotto segue  logiche come possono essere la creazione di eventuali sotto prodotti, i quali, assieme, andranno a comporre il prodotto finale. Inoltre, la creazione di un prodotto nasce dalla necessità di unire altri prodotti, che, una volta trattati da una serie di eventuali trasformazioni, danno come prodotto quello finale.

Le trasformazioni impiegano un determinato numero di altre risorse, come possono essere macchinari. I macchinari possono essere quelli che servono per trasformare il prodotto fisicamente, ma anche spostarlo.

Quindi, dal momento in cui si decide di creare un particolare prodotto, il sistema definisce automaticamente quali saranno i passi per la realizzazione del compito dato. Sostanzialmente, questo tipo di operazione viene definita in azienda configurando manualmente tutte le risorse che andranno ad intervenire all’interno del processo, cercando magari di definire, per ogni risorsa, tempi e modalità di utilizzo. Nel sistema che si andrebbe a creare, una soluzione potrebbe essere quella di gestire autonomamente da parte degli agenti le risorse di cui si necessita per la lavorazione.

Un possibile scenario potrebbe essere il dare ad un agente la creazione di un prodotto C; il prodotto C per essere creato necessita di A e B. Magari A è disponibile in magazzino, mentre B me lo devo creare dalle risorse C e D, le quali dovranno essere lavorate insieme da un macchinario che presenta determinate caratteristiche. La decisione di quale macchinario utilizzare verrà presa dall’agente controllando tra le varie risorse disponibili, quali di queste permettono la lavorazione del prodotto secondo le esigenze previste.

Requirements

I requisiti del progetto, estrapolati dalla presentazione, sono sostanzialmente rivolti alla gestione delle risorse. Un utente deve poter definire un prodotto finale; da questo prodotto, il sistema deve avere la conoscenza di quali altri prodotti ha bisogno e a quali fasi di trasformazione deve essere sottoposto. Ogni fase di trasformazione dovrà essere accompagnata da una serie di risorse hardware, dove la loro gestione sarà demandata direttamente ad appositi agenti software pianificatori. Ogni agente, una vola che dispone di tutti i prodotti necessari, inizierà i suoi compiti per eseguire la trasformazione. Ogni prodotto di cui si chiede l’utilizzo potrebbe essere presente in magazzino, oppure, potrebbe essere ricavato anch’esso da trasformazioni.

Material

Course

— a.y.

2012/2013

— credits

9

— cycle

2nd cycle

— language

wit.gif

Teachers

— professor

Andrea Omicini

— tutors

Stefano Mariani

Context

— university

Alma Mater Studiorum-Università di Bologna

— campus

Cesena

— department / faculty / school

Ingegneria CE (0031)

— 2nd cycle

8614 Ingegneria e scienze informatiche 

URLs & IDs

AMS Page
Course Timetable

— course ID

58260

Partita IVA: 01131710376 - Copyright © 2008-2022 APICe@DISI Research Group - PRIVACY