Autore

Sommario

Nel 2016 il mercato delle architetture Serverless aveva un valore di 1,9 miliardi di dollari, nel 2020 il valore `e arrivato a 7,6 milardi e si prevede che nel 2021 arriver`a a 21,1 miliardi. Ad oggi le piu` grandi aziende di tec- nologie: Google, Amazon, Microsoft, all’interno delle rispettive piattaforme cloud: Google Cloud, AWS, Azure; hanno messo a disposizione servizi che permettono lo sviluppo secondo architetture ”Backend as a Service” (BaaS) e “Functions as a Service” (FaaS) e hanno visto crescere notevolmente il loro fatturato grazie ad esse. Con l’avvento del cloud questa nuova forma di sviluppo e architetture ha preso fortemente piede perch`e permette di scorporare le attivit`a di routine per il provisioning, la manutenzione e la scalabilit`a dell’infrastruttura server che vengono gestite da un provider di servizi cloud. Gli sviluppatori devono semplicemente preoccuparsi di creare pac- chetti di codice da eseguire all’interno di container remoti o di progettare le loro soluzioni icludendo e sfruttando i servizi messi a disposizione dai cloud provider. Vedremo, grazie a degli esempi pratici, come questo nuovo paradigma di sviluppo distribuito influenza e cambia gli approcci della pro- grammazione.

Materiali

    

Corso

— a.a.

2020/2021

— crediti

6

— livello

laurea magistrale

— lingua di insegnamento

wit.gif

Docenti

— professore/ssa

Andrea Omicini

— tutor

Giovanni Ciatto

Contesto

— università

Alma Mater Studiorum-Università di Bologna

— campus

Cesena

— dipartimento / facoltà / scuola

DISI

— laurea magistrale

8614 Ingegneria e scienze informatiche 

URL & ID

pagina AMS
corso su Virtuale
aula virtuale
orario lezioni

— ID corso

58260

Partita IVA: 01131710376 - Copyright © 2008-2021 APICe@DISI Research Group - PRIVACY